Le sculture di crayons!

Fools Journal

L’artista Herb Williams ha scelto di realizzare delle sculture unicamente composte da crayons. I famosi colori a pastello utilizzati dai bambini di tutto il mondo, infatti, servono proprio a stabilire un contatto con l’emotività legata al periodo dell’infanzia e allo stesso donare alle opere colori sgargianti, potenti, vibranti.

http://www.herbwilliamsart.com/

View original post

Per Di segni di vita di arte: Henri De Toulose Lautrec a cura di C.Piazza & A.Greco

Il sasso nello stagno di AnGre

Jane Avril, poster, 1893, by Toulouse-Lautrec. Jane Avril, poster, 1893, by Toulouse-Lautrec.

.

Forse pochi Artisti possono vantare di essere riusciti ad imporre nell’immaginario collettivo, la loro arte come simbolo di un luogo preciso, di una meta tra desiderio e sogno, contribuendone al mito ancora attuale, come Toulose-Lautrec ha realizzato con la sua opera, che ha fermato molti dettagli dello stile di vita bohémien della Parigi di fine Ottocento fino a divenire essa stessa Parigi: la città cantata dai poeti e dalla letteratura al culmine della sua vitalità e leggenda, viva ancora oggi nelle stampe ultra riprodotte dei suoi lavori, nelle forme delle sue ballerine e nelle loro imperfezioni rubate fuori dalle scene, in quella loro carica erotica così distante dall’attualità, eppure ancora disegnata e dipinta nella memoria comune.

475px-Lautrec_le_coucher_(mme_poupoule_in_chemise_by_her_bed)_1899 Le coucher (1899)

.

Erano gli anni dell’Impressionismo, gli artisti prendevano i loro cavalletti e si collocavano sulle sponde dei fiumi o nelle campagne assolate, cercando di…

View original post 743 altre parole

Tre artiste presso la Casa Internazionale delle Donne

ARTEVENTI

Venerdì 28 febbraio 2014, presso la Casa Internazionale delle Donne – Sala Atelier  si inaugura la mostra  di Silvana Leonardi, Teresa Pollidori, Alba Savoi  “1978/2014 – La Ruota. Opere recenti”  testo di Ivana D’Agostino.
Silvana, Teresa e Alba,  celebrano con questa mostra un anniversario che, al di fuori di ogni ritualità, sancisce l’amicizia e la solidarietà che, come un “filo rosa”, hanno attraversato la loro vita professionale.

Le tre artiste, che nel 1978 costituirono  a Roma un collettivo femminile di autogestione artistica e condivisero l’esperienza di mettersi in gioco e operare sul territorio, coinvolgendo i presenti in un processo creativo che li avvicinasse all’arte, presentano oggi opere che appartengono, e ciò vale per ognuna di loro, al momento attuale e ad un ciclo espressivo a cui stanno lavorando in piena autonomia e specificità linguistica.

Le “finestre” di Silvana,  gli “autoritratti” di Teresa, i “muri” di Alba convivono e dialogano in…

View original post 51 altre parole

STREET ART 2.

MOSTRA KANDINSKY MILANO 2013, Palazzo Reale dal 17 dicembre al 4 maggio.

CalliopeArte

Immagine

Un grande Kandinsky quello esibito alla mostra di Palazzo Reale a Milano: la città infatti dedica al maestro russo un’importante retrospettiva, nella quale non solo si celebra il pittore e teorico dell’arte russa del secolo scorso, ma che si presta a fare luce sulla sua unicità e sulla chiave di lettura delle sue opere, concettualmente complesse ma pregne di un’enorme carica emotiva.

Immagine

View original post 223 altre parole

L’INNO AI COLORI DI ANTONIO IACOBELLI.

PUBLIC ART.

ENZO PELLEGRINI, SEGNI.

ROMA. GIACOMETTI: LA SCULTURA.

1391451103653_1

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica la mostra è promossa dal Continua a leggere ROMA. GIACOMETTI: LA SCULTURA.

ROMA. D’APRES RODIN: SCULTURA ITALIANA DEL PRIMO NOVECENTO.

1391595777112_1

In concomitanza con la mostra “Rodin. Il marmo, la vita” presso il Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano (18 febbraio – 25 maggio 2014), la Galleria nazionale d’arte moderna organizza una esposizione  incentrata sulla Continua a leggere ROMA. D’APRES RODIN: SCULTURA ITALIANA DEL PRIMO NOVECENTO.

Parliamo di Arte?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: