Archivi categoria: Arte moderna

Per Di segni di vita di arte: Henri De Toulose Lautrec a cura di C.Piazza & A.Greco

Il sasso nello stagno di AnGre

Jane Avril, poster, 1893, by Toulouse-Lautrec. Jane Avril, poster, 1893, by Toulouse-Lautrec.

.

Forse pochi Artisti possono vantare di essere riusciti ad imporre nell’immaginario collettivo, la loro arte come simbolo di un luogo preciso, di una meta tra desiderio e sogno, contribuendone al mito ancora attuale, come Toulose-Lautrec ha realizzato con la sua opera, che ha fermato molti dettagli dello stile di vita bohémien della Parigi di fine Ottocento fino a divenire essa stessa Parigi: la città cantata dai poeti e dalla letteratura al culmine della sua vitalità e leggenda, viva ancora oggi nelle stampe ultra riprodotte dei suoi lavori, nelle forme delle sue ballerine e nelle loro imperfezioni rubate fuori dalle scene, in quella loro carica erotica così distante dall’attualità, eppure ancora disegnata e dipinta nella memoria comune.

475px-Lautrec_le_coucher_(mme_poupoule_in_chemise_by_her_bed)_1899 Le coucher (1899)

.

Erano gli anni dell’Impressionismo, gli artisti prendevano i loro cavalletti e si collocavano sulle sponde dei fiumi o nelle campagne assolate, cercando di…

View original post 743 altre parole

Annunci

ROMA. GIACOMETTI: LA SCULTURA.

1391451103653_1

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica la mostra è promossa dal Continua a leggere ROMA. GIACOMETTI: LA SCULTURA.

ROMA. D’APRES RODIN: SCULTURA ITALIANA DEL PRIMO NOVECENTO.

1391595777112_1

In concomitanza con la mostra “Rodin. Il marmo, la vita” presso il Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano (18 febbraio – 25 maggio 2014), la Galleria nazionale d’arte moderna organizza una esposizione  incentrata sulla Continua a leggere ROMA. D’APRES RODIN: SCULTURA ITALIANA DEL PRIMO NOVECENTO.

Annunciati gli scatti finalisti del Sony World Photography Awards 2014

Fools Journal

Il Sony World Photography Awards 2014 ha appena annunciato le nomination per la vittoria finale nelle sue tre categorie Professional, Open e Youth. Solo per quest’anno, il numero di fotografie candidate era  139.544: un record assoluto per la competizione, che ha dovuto fare un lavoro minuzioso di selezione degli scatti finalisti, che rappresentano dunque il top del top. Ecco, di seguito, un breve selezione. I vincitori saranno annunciato tra marzo ed aprile.

http://worldphoto.org/

View original post

3D: Printing the future @ The Science Museum

[OLD] Graphique Fantastique ▲

Last weekend Ben and I ventured to the Science Museum to explore the 3D: Printing the future exhibition:

As a Graphic Designer I’m intrigued about what the future holds for printing and I think 3D printing is quite exciting.

I’d seen a couple of examples during a visit to the Design Museum but this exhibition highlighted how 3D printing will be able to help us in the future, not just produce pretty things!

Ben said he wasn’t sure about the idea of every home having a 3D printer in the future and I have to agree – it seems a bit unrealistic and expensive. I think it’s fascinating and will be a great tool for helping some people, but can also see the downsides – if businesses have 3D printers, will some manufacturers be put out of business? We’re a long way off that stage at the moment but it’s…

View original post 22 altre parole

Manuscript Page from Alice in Wonderland — Lewis Carroll

Gillo Dorfles. Ieri e oggi

Your own guide

Scade il 22 FEB 14

“Ho sempre cercato di realizzare delle opere nelle quali affiorasse qualcosa di spontaneo, se vogliamo anche automatico.”  Gillo Dorfles

Gillo Dorfles presenta alla Fondazione Marconi una serie di opere che raccontano gli ultimi trent’anni della sua carriera artistica. Un’esposizione molto ricca che si snoda lungo i due piani superiori della meravigliosa galleria: opere dalle dimensioni considerevoli, dalle pitture acriliche su tela alle sculture in ceramica dipinta con smalti fluo, dalle opere tecnica mista su cartoncino (pennarello, acrilico, acquarello), fino alle stampe digitali.

Figura eclettica da sempre protagonista del panorama storico artistico e culturale, una laurea in medicina con specializzazione in neuropsichiatria, artista, critico d’arte, docente di estetica, filosofo e sociologo; Dorfles nasce all’inizio del Novecento, figlio del secolo scorso, capace di analizzare e raccontare la società contemporanea attraverso un’analisi lucida che si esprime un senso di leggerezza e assieme di profondità di sguardo.

La sua…

View original post 373 altre parole

Homo ludens. Quando l’arte incontra il gioco

Your own guide

Scade il 30 MAR 14

«L’Homo Ludens vorrà lui stesso trasformare e ricreare questo ambiente e questo mondo secondo i suoi bisogni. L’esplorazione e la creazione dell’ambiente verranno allora a coincidere perché l’Homo ludens, creando il suo territorio da esplorare, si occuperà di esplorare la propria creazione» Constant Nieuwenhuys 1976 (da Careri, New Babylon, p. 36)

Le Gallerie d’Italia presentano la mostra Homo ludens. Quando l’arte incontra il gioco che si propone come esperienza visiva sul fattore ludico nell’arte contemporanea. Il suo titolo deriva da quello di un saggio dello storico olandese Johan Huizinga pubblicato nel 1938, nel quale si analizza il ruolo del gioco come chiave interpretativa delle relazioni sociali e come fattore innato.

Il gioco inteso come forma espressiva legata all’infanzia, come rottura dei piani logici, come creatività impulsiva e automatica; un metodo che dalle avanguardie storiche – Futurismo, Dada e Surrealismo in primo luogo – viene utilizzato…

View original post 313 altre parole

“Bed Time” di Arnaud Montagard

Fools Journal

Gente solitaria che vaga per la città di notte e un’atmosfera surreale, che trasmette l’idea che qualcosa sta per accadere. C’è questo alla base della serie “Bed Time” del fotografo 22enne francese Arnaud Montagard, che ritrae gente che soffre di insonnia alle prese con i propri pensieri mentre il resto del mondo dorme.

http://arnaudmontagard.com/

View original post

JOAN MIRO’.

Joan Miró i Ferrà (Barcellona, 20 aprile 1893 – Palma di Maiorca, 25 dicembre 1983) è stato un Continua a leggere JOAN MIRO’.