Archivi tag: Arte Moderna

Danae — Egon Schiele

Annunci

Gillo Dorfles. Ieri e oggi

Your own guide

Scade il 22 FEB 14

“Ho sempre cercato di realizzare delle opere nelle quali affiorasse qualcosa di spontaneo, se vogliamo anche automatico.”  Gillo Dorfles

Gillo Dorfles presenta alla Fondazione Marconi una serie di opere che raccontano gli ultimi trent’anni della sua carriera artistica. Un’esposizione molto ricca che si snoda lungo i due piani superiori della meravigliosa galleria: opere dalle dimensioni considerevoli, dalle pitture acriliche su tela alle sculture in ceramica dipinta con smalti fluo, dalle opere tecnica mista su cartoncino (pennarello, acrilico, acquarello), fino alle stampe digitali.

Figura eclettica da sempre protagonista del panorama storico artistico e culturale, una laurea in medicina con specializzazione in neuropsichiatria, artista, critico d’arte, docente di estetica, filosofo e sociologo; Dorfles nasce all’inizio del Novecento, figlio del secolo scorso, capace di analizzare e raccontare la società contemporanea attraverso un’analisi lucida che si esprime un senso di leggerezza e assieme di profondità di sguardo.

La sua…

View original post 373 altre parole

Homo ludens. Quando l’arte incontra il gioco

Your own guide

Scade il 30 MAR 14

«L’Homo Ludens vorrà lui stesso trasformare e ricreare questo ambiente e questo mondo secondo i suoi bisogni. L’esplorazione e la creazione dell’ambiente verranno allora a coincidere perché l’Homo ludens, creando il suo territorio da esplorare, si occuperà di esplorare la propria creazione» Constant Nieuwenhuys 1976 (da Careri, New Babylon, p. 36)

Le Gallerie d’Italia presentano la mostra Homo ludens. Quando l’arte incontra il gioco che si propone come esperienza visiva sul fattore ludico nell’arte contemporanea. Il suo titolo deriva da quello di un saggio dello storico olandese Johan Huizinga pubblicato nel 1938, nel quale si analizza il ruolo del gioco come chiave interpretativa delle relazioni sociali e come fattore innato.

Il gioco inteso come forma espressiva legata all’infanzia, come rottura dei piani logici, come creatività impulsiva e automatica; un metodo che dalle avanguardie storiche – Futurismo, Dada e Surrealismo in primo luogo – viene utilizzato…

View original post 313 altre parole

ALEXANDER CALDER.

Alexander Calder (Lawton, 22 luglio 1898 – New York, 11 novembre 1976) è stato uno scultore statunitense.

È famoso per l’invenzione di Continua a leggere ALEXANDER CALDER.

ROMA. DUCHAMP – RE-MADE IN ITALY.

1380816971b

In occasione del centenario del primo ready-made creato da Duchamp (Ruota di bicicletta, 1913), la Galleria Nazionale d’Arte Moderna ha organizzato una mostra dove saranno presentati i quattordici ready-made donati da Arturo Schwarz al museo nel 1997, accompagnati da una selezione di importanti opere e di documenti originali, fondamentali per la comprensione del percorso duchampiano. Il progetto espositivo si concentra Continua a leggere ROMA. DUCHAMP – RE-MADE IN ITALY.

ROMA. CEZANNE E GLI ARTISTI ITALIANI DEL XX SECOLO.

25603

 

Dal 4 ottobre 2013 al 2 febbraio 2014

Gli artisti italiani partono dal segno  di Paul Cézanne, tradizionalmente definito “padre dell’arte moderna”, che penetra nei primi anni del scorso secolo nel nostro paese, sia nutrendo la creatività dei protagonisti, sia esercitando un’influenza a livello diffuso.
L’esposizione permette di rileggere diversi aspetti dell’attività dei protagonisti del ‘900 italiano: gli anni della formazione di Morandi, la conclusione dell’esperienza futurista di Boccioni, l’intensità emotiva di Carrà, lo spazio volumetrico di Sironi.

 

Dove: Complesso del Vittoriano, Via di San Pietro in Carcere.

IL METAFORMISMO.

Immagine

La Rassegna curata dallo storico dell’arte Giulia Sillato, prevede la presenza di 42 artisti con un’opera ciascuno, ma non è una collettiva nel senso comune del termine: è, invece, una vera e propria rassegna di linguaggi artistici che si esprimono senza figura, leggibili con un nuovo metodo di lettura visiva: il METAFORMISMO.
L’IDEATORE E CURATORE: storico dell’arte di scuola longhiana, Giulia Sillato ha teorizzato nel 2010, dopo numerosi anni di indagini e studi, i principi di una nuova visone storico-artistica, fondati su una lettura critica innovativa e rivoluzionaria, con cui riscrive le ultime pagine della storia dell’arte moderna, sostenendo che l’espressione artistica non figurativa, non è mai stata abbandonata dagli elementi formali: essi sono sempre stati riconoscibili leggendo un’opera d’arte con l’ottica della forma, mai distrutta… solo trans-forma-ta.

Data Inizio:02 gennaio 2014
Data Fine: 20 gennaio 2014
Costo del biglietto: gratuito
Luogo: Milano, Palazzo Isimbardi
Orario: 9 – 17 dal lunedì al venerdì
Telefono: 02 7740 6379
Sito web: http://www.ilmetaformismo.eu/