IL VOLTO DEL 900. PALAZZO REALE, MILANO.

Il volto del ‘900. Capolavori dal Centre Pompidou è la mostra che Palazzo Reale a Milano presenta dal 25 settembre 2013 al 9 febbraio 2014. Ottanta straordinari capolavori, ritratti e autoritratti, realizzati dai più grandi artisti del secolo scorso da Matisse a Modigliani, da Magritte a Bacon, da Picasso a De Chirico. Le opere arrivano in Italia grazie ad un eccezionale prestito del Centre Pompidou di Parigi. Molte sono opere che mai sono state esposte nel nostro paese e tutte insieme compongono una completa rappresentazione dell’evoluzione che il genere ritratto ha avuto nel corso del Novecento.

Annunci

KANDINSKY. PALAZZO REALE, MILANO.

Per chi ancora non l’avesse vista, ecco un interessante approfondimento sull’esposizione.
Kandinsky. La collezione del Centre Pompidou è la mostra sul grande maestro russo che Palazzo Reale di Milano propone dal 17 dicembre 2013 al 27 aprile 2014.
La mostra è promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, da Palazzo Reale, dal Centre Pompidou di Parigi, da 24 Ore Cultura – Gruppo 24 Ore e Arthemisia Group.
Folgorato da “I covoni” di Claude Monet, Kandinsky lascia la carriera universitaria per diventare pittore. Segue un corso di studi classico a Monaco sotto la guida di Anton Azbé e Franz von Stuck.
Sviluppa dunque un pensiero artistico proprio in grado di abbracciare diversi campi dell’arte, dalla pittura alla musica al teatro. In questi ambiti cerca di difendere lo spirituale nell’arte, titolo anche di un suo saggio fondamentale.

SPHERIKAL

This is a small animation i did as an exercise to experiment and explore all the graphical possibilities of representing the idea of the SPHERE, always thinking in searching Gestalt and form. Its all done in 3d, but i was more interested in the graphical interest, flatten the surfaces, and only two colors, why more.The most difficult was to achieve the transitions between the different type of representation of the sphere, the morphing and metamorphosing.

TALL PAINTING – THE ART OF DRIPPING PAINT

 

BOX

Box explores the synthesis of real and digital space through projection-mapping onto moving surfaces. The short film documents a live performance, captured entirely in camera

ONION SKIN by OLIVIER RATSI – TEASER

Onion Skin is a new immersive installation by Olivier Ratsi, an artist on the ANTIVJ visual label.
The first stage in the Echolyse project, which will give birth to several variations around the same concept, Onion Skin is made up of a physical dimension – a module of two walls, positioned at right angles – augmented by a projection and a 5.1 sound broadcast.
Onion Skin is a graphical work about the re-composition of time and space through a game of perspectives, both of the exhibition space itself and that of the projection canvas. Built around a progressive structure, made up of 4 parts lasting 14 minutes in total, the piece plays on the principle of repetition and scale to create a physical and hypnotic experience that opens doors onto the hidden and untouchable.
The whole experience of the installation is based on a very specific point of view. A precise position from which a new dimension is revealed to the audience by anamorphosis. The simple geometric elements (“peelings”) that seemed to be flat at first suddenly start delimiting a new space. The illusion of a new dimension within the installation slowly appears as the onion skins seem to be leaving their physical surface behind.
A 5.1 surround sound set-up accentuates the physical dimension of the installation, strengthening and playing with the impression of volume and space.

IL SEICENTO LOMBARDO ALLA PINACOTECA DI BRERA, MILANO.

Fino al 12.01.2014

Tra tormento ed estasi, la Pinacoteca mostra i suoi gioielli mai visti. Tra Cerano, Morazzone, Procaccini, Tanzio, Fede Galizia, un tripudio di colori in un’enorme quinta teatrale che mischia celeste e terragno, sacro e profano.
In attesa di poter vedere sempre queste opere esposte, come promesso dalla soprintendente Sandrina Bandera, nella futura “Grande Brera”, l’esposizione milanese è un tripudio di colori, un fruscìo di sete e stoffe preziose, un’enorme quinta teatrale in cui  sacro e profano, celeste e terragno si uniscono in un mix che stordisce, inquieta, sublima. Ma è, soprattutto in questi tempi, una coraggiosa mostra di ricerca, di restauro e di riscoperta. Anche per questo merita assolutamente una lunga e meditata visita.

http://www.exibart.com/notizia.asp?IDNotizia=40886&IDCategoria=1

I ricordi di un tempo perduto

Fools Journal

Si chiama “Memoirs of Lost Time” il progetto realizzato dal fotografo Vikram Kushwah in collaborazione con la scrittrice, ricercatrice e fashion designer Trisha Sakhlecha. Scatti dalle tonalità vintage, uniti da un unico intento narrativo: ricreare i ricordi di un tempo perduto, quelli dell’infanzia e dell’immaginazione, dei sogni e dei desideri. Ogni singola fotografia è dunque un vero e proprio set, in cui ogni dettaglio è studiato e ricercato e il cui risultato è una resa nostalgica e surreale dei nostri pensieri ormai andati.

http://www.vikramkushwah.com/

View original post