“Illusioni e meraviglie” al Palazzo Taverna

ARTEVENTI

La Galleria Emmeotto, in collaborazione con la Galerie Antonio Nardone di Bruxelles, ospita, nelle sale espositive di Palazzo Taverna, la mostra Illusioni e Meraviglie. L’insolita poesia belga, collettiva di artisti belgi le cui opere sono presenti all’Academia Belgica di Roma con l’importante progetto Wunderkammer. Camera delle meraviglie contemporanea, dopo il grande successo riscosso alla Biennale di Venezia.

Se Wunderkammer propone un gruppo di artisti che, ispirandosi al collezionismo tra XVI e XVIII secolo reinterpretano, in chiave contemporanea, gli oggetti stravaganti ed eccezionali realizzati dall’Uomo e dalla Natura, nella mostra alla Galleria Emmeotto, i quattro protagonisti selezionati donano linfa vitale alla meraviglia che accompagna lo spettatore alla scoperta di un mondo sospeso tra artificio e verità, illusione e realtà, apparenza e scoperta.

L’illusione dello sguardo è la guida che orienta attraverso il percorso espositivo tra immaginazione e stupore, tra ciò che all’occhio sembra di percepire a primo impatto e ciò che…

View original post 185 altre parole

Annunci

Russia, i colori della neve. Impressionismo e realismo sovietico.

ARTEVENTI

La neve è il tema dominante di questa rassegna pittorica ma non solo la neve. Il suo candore ricopre, soffice, delicato, un paesaggio quasi indurito dalle vicende sovietiche del tempo. Vari i momenti della vita quotidiana dei personaggi raffigurati, vari gli scorci, i panorami, urbani o di campagna.

L’esposizione, che accoglie un centinaio di dipinti ad olio, dalle piccole dimensioni ai quadri monumentali, documenta un periodo pittorico ormai definitivamente chiuso e che, anche se vicino nel tempo, ha tutte le caratteristiche dell’antiquariato. Sotto il regime sovietico, che favoriva la pittura con intenti propagandistici, celebrativi, educativi, organizzò e potenziò quest’arte su tutto il suo territorio, facendo sorgere scuole d’arte, Accademie, pensionati anche nei più piccoli centri periferici.
I pittori divennero una classe privilegiata, belle case, grandi studi, viaggi all’estero, e poi nuovi musei per ricevere la loro produzione. Il regime indicò la tecnica e i temi: pittura figurativa, educativa, sociale. I…

View original post 387 altre parole

“Effetto notte”, mostra di fotografie sulla vita notturna delle grandi citta’

ARTEVENTI

Caratterizzano la periferia romana, come quella di qualunque metropoli o grande città del mondo, sono luoghi artificiali, nati non per soddisfare lo spontaneo bisogno umano di aggregazione, ma piuttosto pensati e costruiti per fini specifici legati al commercio, al tempo libero, al transito o al trasporto: centri commerciali e outlet, grandi parcheggi, stazioni di servizio e aree ferroviarie, ma anche complessi direzionali e semplici luoghi di transito, che portano la gente al lavoro. Di giorno pullulano di vita e danno forma ai percorsi instancabili e al movimento delle folle che vi transitano. Di notte, invece, si svuotano.

I loro grandi spazi, addormentati sotto i cieli scuri e illuminati dalla luce artificiale, sembrano allora aprirsi a nuove trame e a nuovi modi di essere raccontati. “Effetto notte” è il titolo che è stato dato ad un lavoro collettivo, frutto di un laboratorio pratico di circa un anno, portato avanti dall’associazione Prospettiva…

View original post 171 altre parole